Girls' Night Out - Ovvero avere una serata libera quando si è mamme


“ Adesso che avete una figlia, poverini, non vedrete più un ristorante!”, oppure “ Addio a serate con gli amici!” o”Scordatevi le vacanze!” o “ Non avrete più tempo per voi due”. Lo pensavo anche io suggestionata da questi commenti...Ed invece è tutta un’altra storia!

Invece no, da quando abbiamo Chiara la nostra vita sociale è alquanto migliorata perché usciamo anche con lei! Sono passata da un’agenda vuota con scritti solo i compleanni di parenti ed amici a una vera e propria organizzazione di impegni famigliari con un calendario, un’agenda e il supporto del calendario condiviso online!
Adesso mi scrivo tutto! Non solo per non dimenticare ma per andare indietro e ricordare quei momenti.
Ci sono scritti gli appuntamenti dei caffè delle mamme, i rosari serali con i vicini di casa, i pranzi chiacchiericci con le amiche in centro, le riunioni di Cosimo per sapere se e quando lo posso disturbare se c’è qualcosa di importante da dire, ci sono piccole preghiere quotidiane, le pizze con gli amici, le domeniche in cui c’è la messa in italiano o in inglese, le piccole uscite fuori porta, ci sono gli impegni di Chiara, che vanno dalla fisioterapia alla logopedia, passando per i controlli ospedalieri e la scuola di musica! Così piccola a scuola di musica? Si, perché ci siamo accorti che Chiara ha uno spiccato senso del ritmo e qui alla scuola di musica c’è un bellissimo programma per genitori e bambini da 1 a 3 anni. Ho chiesto informazioni, il prezzo è davvero conveniente e così abbiamo iniziato e Chiara ne è entusiasta! (Dovreste vederla come le si illumina il viso quando vede i tamburelli!)
Insomma siamo davvero “social”!

La mia prima uscita senza Chiara me la ricordo bene, a circa otto mesi e mezzo dalla sua nascita e da quella di Maria, la sua amichetta, io e Laura ci guardammo in faccia e decidemmo che era venuto il momento, con le figlie in pieno svezzamento, di lasciarle ai papà per una sera e prenderci tre orette libere e così, ci siamo ritrovate, trascinandoci a vicenda ( nel parcheggio meditavamo già di tornare indietro) a fare un bagno alle terme, a goderci l’idromassaggio e poi una bella cenetta!
L’uscita tra mamme ci è piaciuta tantissimo, quelle poche ore da sole ci avevano ricaricato.

Per la seconda uscita ci è voluto un po’, diciamo che la Provvidenza ha visto che ne avevamo bisogno e ha fatto vincere ad un’amica in comune i biglietti per una serata al Casinò per festeggiare il suo compleanno! Un bel vestito, trucco e poco parrucco che in Austria costa un occhio della testa e via!
Le figlie con i papà, una pizza e qualche giro di limoncello dal mitico Carlo e poi al Casinò dove ci aspettava il nostro croupier personale che ci ha fatto ridere un sacco riempiendoci di gadget e spiegandoci come funziona la Roulette!
Prima di uscire di casa Cosimo si era raccomandato ( non so se scherzando o meno): “ Giorgia ricordati che dobbiamo dimezzare il mutuo!”. Puntando a caso, rimanendo fedele al numero del nonno Gianni, ho vinto una bella bottiglia di spumante! Una bella serata tra donne, parlando di mariti, fidanzati, di come trovare l’uomo giusto, di possibilità di lavoro quando non si è ingegnere, ma anche di quanto è bella la vita quando si può accudire le proprie figlie in un paese che te lo permette davvero.

Per onor di cronaca devo dire che anche Cosimo ha avuto le sue serate con amici e colleghi in solitaria per una pizza, una passeggiata, una camminata in montagna sotto la luna nuova e, anche se per lavoro, delle volte è in trasferta quindi si può godere qualche ora di tempo per se.

Devo dire che un po’ ci manca lo stare da soli per una serata “da sposini”andando al cinema o passeggiando per le vie del centro, sappiamo che il tempo di coppia è diminuito, questo è vero ma cerchiamo di ritagliarci dello spazio solo per noi sopratutto quando mettiamo a nanna Chiara la sera e ci possiamo vedere un film o semplicemente chiacchierare ritrovandoci a parlare di giornate passate distanti ma con l’altro nei nostri pensieri, ci ritroviamo, naturalmente a parlare di Chiara dei passi avanti che fa ogni giorno, delle sue piccole e grandi conquiste, che sono anche le nostre, a parlare della nostra giornata che sembra monotona dall'esterno ma non lo è assolutamente!


Commenti

Post popolari in questo blog

Cerco qualcosa o Qualcuno?

Voglio vederti felice!