Voglio vederti felice!


Una delle classiche frasi che si dicono ad una futura mamma è “ Prenditi del tempo per te stessa adesso, perché dopo non avrai un minuto per te, neanche a pagarlo oro!!”. Alle volte questa osservazione, sembra una minaccia.



Quando ero all'università, nelle pause dallo studio ogni tanto, quando fuori era brutto tempo, avevo iniziato a vedere Grey's Anatomy e mi è sempre rimasta impressa la scena dove Callie, ballava da sola in mutande nello scantinato dell'ospedale e veniva “beccata” dal capo.

Devo ammetterlo, non in mutande, ma lo facevo anch'io quando ero sola nell’appartamento e volevo scaricare un po' di tensione prima di un esame.

Ho ballato e continuo a ballare quando sono da sola e pulisco casa, metto la musica e via, tutto sembra pulirsi meglio con della bella musica di sottofondo che mette carica ed allegria.

Dopo l'arrivo di Chiara, qualcosa è cambiato, non ballo più da sola.



A Chiara piace la musica e allora, metto su Spotify la compilation mattutina e via con la scopa e stracci e lei che mi segue per tutta casa strisciando come un Navy Seal.

Mi vede ballare e balla anche lei a modo suo, si dondola, alza le braccia al cielo, dirige l'orchestra, si rotola, ride.

Oppure nel pomeriggio, quando si avvicina il tramonto e si è tutti un po’ più stanchi, ascoltiamo brani dolci e romantici coccolando e stringendoci noi due, prima che arrivi Cosimo dal lavoro.



A volte poi succede una cosa bellissima, balliamo tutti e tre insieme e si lo ammetto, mettiamo su le compilation di musica italiana e straniera anni 80-90 e ci abbracciamo, balliamo e cantiamo, “Beauty and the Beast”, “I Watussi”, “ I’ll be there you you”, “ Voglio vederti danzare” e si ragazzi, pure “Felicità”!!

Lei ci vede ballare e balla, ci vede ballare e vuole venire in braccio per ballare in mezzo a noi, per abbracciarci entrambi e così ci ritroviamo in mezzo alla sala, a ballare e a cantare stando attenti a non inciampare su qualche gioco tra quelli sparsi sul pavimento.

Tutto questo per dire che, si mi manca un po' ballare da sola come Callie nel mio mini appartamento universitario però il vero tempo dedicato a noi stessi è quello passato il famiglia, la vera felicità, quella che auguro a tutti, è quella di trovare un marito/moglie disposto a ballare con te e i vostri figli dopo cena, dopo una giornata intensa sul lavoro che forse per lui/lei sarebbe già conclusa all'ultima polpetta.

Tutto questo per dire che, si è bello stare da sole, prendersi il proprio tempo, il proprio spazio ma la felicità sta nel ballare in due, in tre, in quattro, insomma metteteci il numero che volete, in mezzo alla sala alle 22 meno dieci fregandosene che si è in Austria e che i vicini potrebbero bussare alla porta perché tra pochi minuti scade il tempo per fare casino e qui sono abituati ad andare a letto prestissimo.

Tutto questo per dire che l'unica cosa che importa, alla fine della giornata, è vedere quel sorriso sul suo volto; è vederla addormentarsi accoccolandosi tra le braccia di suo padre, sazia e serena..sono questi i momenti che pagherei oro!

Commenti

Post popolari in questo blog

Cerco qualcosa o Qualcuno?

Girls' Night Out - Ovvero avere una serata libera quando si è mamme